231 – L’ istigazione alla corruzione tra privati diventa nuovo reato presupposto

Il D. Lgs. n. 38/2017 sulla lotta alla corruzione nel settore privato introduce nel Codice civile l’art. 2635bis che punisce l’istigazione alla corruzione tra privati e che diventa un nuovo reato presupposto ex D. Lgs. 231/2001.
Al riguardo, l’art. 25­ter del D.Lgs. 231/2001 prevede oltre alle sanzioni pecuniarie per i delitti di corruzione, anche le sanzioni interdittive di cui all’art. 9, comma 2 tra cui, ad esempio, l’esclusione da agevolazioni, sospensione o revoca delle autorizzazioni e divieto di contrattare con la P.A.